Antroposofia

Cosa rappresenta l’Antroposofia lo si può cogliere dall’etimologia della parola, che sta per “Saggezza dell’Uomo”. Per comprendere quale è lo spirito di questo movimento nato per opera di Rudolf Steiner si può citare questo aforisma:

l’Antroposofia è una via della conoscenza che vorrebbe condurre lo spirituale che è nell’uomo allo spirituale che è nell’Universo. Sorge nell’Uomo come una necessità del cuore, della vita del sentimento e può essere pienamente giustificata se soddisfa questo bisogno interiore”.

L’Antroposofia incoraggia l’Uomo a muoversi in maniera autonoma nello spirituale e l’impulso a seguire la propria “individualità”, rispettando il suo inserimento nell’ambito sociale, fonte di educazione per potere vivere in comunità. L’Antroposofia trova oggi riscontro e apprezzamento in tutto il mondo, vi sono ben 10.000 istituzioni come cliniche, scuole, aziende agricole, istituzioni sociali. Si è così resa possibile la creazione di spazi a livello mondiale, per uno sviluppo spirituale, artistico e impegno civile.

La società antroposofica universale è formata da uomini che confluiscono dalle disparate direzioni e diverse religioni, si incontrano secondo criteri regionali, o tematici, impegnandosi in attività culturali, abbiamo anche innumerevoli pubblicazioni che collaborano ad una organicità e ad una ispirazione reciproca. Sie è formato così a livello spirituale una rete che riguarda l’Antroposofia nel presente.

In Svizzera vicino a Basilea si trova il Goetheanum, un centro di rete attiva a livello mondiale, con l’impegno di tani uomini. Il Goetheanum è la sede della Libera Università di Scienza dello Spirito e della Società Antroposofica Universale. All’interno si tengono conferenze, rappresentazioni teatrali e di euritmia, seminari specialistici, esposizioni e congressi internazionali.

Rudolf Steiner nella sua giovinezza curò scritti scientifici di Goethe, collaborando all’archivio anche di Schiller a Weimar.  Aderì  in un primo momento alla società teosofica ed in seguito fondò il movimento  Antroposofico.  Pubblicò diversi suoi libri , tenne 6000 conferenze, oggi sono rimasti testi in seguito ad una attenta raccolta di testi stenografati..

R. S. fu un pioniere del XX secolo, uno spirito innovativo dando impulsi in vari campi come l’arte, la pedagogia, l’agricoltura, la scienza e la medicina. Morì nel 1925 a Dornach, luogo in cui aveva edificato in legno il primo Goetheanum, distrutto da un incendio e ricostruito successivamente in cemento dopo la sua morte.